top of page

I primi vincitori sono Sabia e Brescia


Una trentina tra tiratori e selecontrollori/cacciatori provenienti da Basilicata e Puglia si sono confrontati lo scorso week-end al poligono di tiro Leonessa di Melfi (Pz) in occasione della prima gara di selezione per la finale di Coppa Italia di Tiro combinato con carabina della Federazione Tiro all’aria aperta (Fita), in collaborazione con Federcaccia, Liberacaccia, ArciCaccia ed EnalCaccia.

La classifica più numerosa è quella dei selecontrollori/cacciatori, vinta da Alessandro Brescia con 142 punti, davanti a Rocco Telesca (126) e Michele Natalicchio (90). La qualifica Man (da 21 a 60 anni) ha visto il successo della vecchia conoscenza Giambattista Sabia con 261 punti, davanti a Pietro Nolè (246) e Luciano Accetta (224). Sabia ha ottenuto 28 punti al cinghiale corrente, 191 nel tiro a 100 metri 4 posizioni e 42 nel tiro a 200 metri. Nella qualifica Senior (da 61 a 69 anni), vittoria per Raffaele Visconte con 247 punti su Rocco Di Stefano (225) e Salvatore di Francesco (155). Maria Coppola con 196 punti ha battuto Donata Romaniello (159) tra le Lady, mentre Alfonso D’Amato con 234 punti ha battuto Domenico Summa (204) tra i Master.

L’Apd Tiro all’aperto Basilicata ha distribuito coppe, targhe e medaglie nonché premi gastronomici, cesti pasquali, colombe e uova di Pasqua ai classificati a podio di ogni categoria e qualifica.

È stato infine estratto il numero 17 che ha portato fortuna al concorrente Giovanni Lamatrice che ha vinto supporto e slitta Contessa, azienda gardonese che sponsorizza tutte le gare.





36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page